Ven.10 06 Vernissage mostra fotografica SESELWA

Lo spazio espositivo oxygene presenta:

Venerdì 10 giugno                                                                                                              dalle 17 fino al tramonto

VERNISSAGE della mostra SESELWA                                                                               fotografie di Ilaria Castelnuovo

SESELWA: tre mesi alle Seychelles

“Si possono percorrere milioni di chilometri in una sola vita senza mai scalfire la superficie dei luoghi né imparare nulla dalle genti appena sfiorate. Il senso del viaggio sta nel fermarsi ad ascoltare chiunque abbia una storia da raccontare.” Esattamente da questa citazione voglio partire. Perché per me il viaggio, breve, lungo, in compagnia o in solitudine, deve essere un modo per apprendere, conoscere e fare propri i luoghi e le esperienze altrui. Sono partita senza sapere cosa aspettarmi, anche perché, documentandomi, venivano solo fuori foto e informazioni sui tantissimi hotel di lusso e sulle incantevoli spiagge bianche… Fin da subito quel paradiso mi ha incantata. Dapprima per la vegetazione, che domina su tutto e ti avvolge in un’armonia di colori, suoni e profumi, poi per la cordialità, la gentilezza e la spensieratezza degli abitanti: i Seselwa (scritto in creole, la loro lingua). Nonostante le difficoltà economiche e i molteplici lavori che ognuno svolge durante il giorno, non mancano mai di farti un sorriso, salutarti, oppure, specialmente di domenica, di invitarti, anche se non ti conoscono, a mangiare e bere tutti insieme. I cibo è ottimo, capace di inebriare i sensi grazie a ricette, soprattutto a base di pesce, ma anche pollo o manzo, ricche di spezie e che riflettono la grande diversità delle razze che costituiscono la popolazione delle Seychelles; influenze francesi, indiane, malgasce ed orientali si fondono in un mix di sapori e odori che rappresentano l’anima della cucina creola. Fra i luoghi d’incontro più comuni ce n’è uno particolare: l’autobus. Capita spesso qui di ritrovarsi a parlare e scherzare con loro, mentre lungo percorsi stretti, in salita, puoi godere di panorami coloratissimi e spettacolari. Pieno di emozioni è anche il mare, che ho avuto la fortuna di girare con una piccolissima barca e con un amico davvero speciale: Davis. Conosciuto per caso mi ha accolta come una componente della sua famiglia, mi ha mostrato luoghi sconosciuti e ospitata nella sua casa nella foresta, che ha costruito con le sue mani, dal nulla, da solo. Tantissimi sono i racconti e le sensazioni che porterò per sempre nel cuore, soprattutto perché tutto questo è stato inaspettato!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...