13G ABITARE2_CONTRO LA CITTA’ VERTICALE

2018_06_08 Contro la città verticale

 

Il 13 giugno dalle 19
Secondo Appuntamento del ciclo sull’Abitare
a SpaziOxygene

CONTRO LA CITTÀ’ VERTICALE

Abitare e resistere nella metropoli neoliberista,
dal modello Barcellona ai nostri quartieri oggi

con Stefano Portelli
ricercatore e autore di
“La città orizzontale. Etnografia di un quartiere ribelle di Barcellona”

/Estratti video dal doc “CIUTAT MORTA”

//Collegamento in diretta con esperienze attive a Barcellona >>>La Directa

 

Prima/Durante/Dopo

/Distro da e sul ciclo ‘Abitare’

//Aperitivo godereccio

/// Live set Juboo

Vinyl Session + Open Chill Jam

>>> Oxygen Sessions prod/action

Annunci

13A Presentazione “Abitare Illegale”

2018-09-04-15-13-07

Venerdì 13 Aprile alla Biblioteca Popolare B.A.Z.

Presentazione del libro
‘Abitare Illegale. Etnografia del vivere ai margini in Occidente’  (Milieu Edizioni)

parteciperà l’autore Andrea Staid

Recensioni del libro

Booktrailer

 

prima, durante e dopo:

>> Video, Expo & Voci sull’Autorecupero S.Tommaso

>>Aperitivo Godereccio<<

>>Vinyl Selection + JUBOO acoustic live session

>Info&Distro sull’abitare informale<<

 

ABITARE – un ciclo di iniziative di/a/da Spazioxygene

‘Abitare’ è un termine incomprimibile in quattro mura. Rimanda a un intreccio di relazioni tra persone, luoghi, costruzioni, oggetti, attività, storie.

‘Abitare’ in una casa può essere un punto di partenza, da cui ‘abitare’ in un quartiere, una valle o una città.
Sono tante le tematiche con cui abbozzare – impossibile delinearli compiutamente – i contorni complessi del nostro vivere odierno nella metropoli. Tematiche che aiutano ad evidenziare grandi contraddizioni e conflitti, anche solo prendendo alcuni esempi tra i tanti: sviluppo urbano e ambiente naturale; lavoro, profitto e rendita; partecipazione pubblica e valorizzazione economico-finanziaria; autogestione e controllo sociale… e così via.
‘Abitare’, d’altronde, si rivela essere una prospettiva da cui osservare grandi processi economico-sociali partendo dalla vita quotidiana di ognun@ di noi, cercando chiavi analitiche e – perché no? – orizzonti progettuali di trasformazione.
A partire da queste poche considerazioni, vorremmo dare vita a un ciclo di iniziative su città, metropoli e altri temi affini. Contribuendo così a rendere gli  spazi sociali dei sotterranei dell’Autorecupero San Tommaso D’Aquino, quegli incomprimibili luoghi all’interno di quatto mura … ancora più abitati!

 

 

24M Giornatona di GIOCHI DA TAVOLO

giochi da tabvolol

 

Sabato 24 Marzo

a B.A.Z. e allo SpaziOxygene si gioca!

  • dalle 15,30

3/4 TAVOLI APERTI a più giocatori

i giochi possibili saranno: 7 WONDER AGRICOLA – HANABI – IL TRONO DI SPADE – EPIC RESORT – WENDAKE

 

  • dalle 16 alle 19 (o meglio a fine gioco)  

TAVOLO UNDER per i più piccoli (7-13 anni circa)

giochi per il TAVOLO UNDER: STEAM PARK – KING OF TOKIO

 

altre proposte di giochi sono le benvenute!

more info e proposte: qui

DURANTE LA GIORNATA B.A.Z. sarà aperta al pubblico, perciò chi vorrà semplicemente leggere un libro o prenderlo in prestito, potrà farlo

inoltre SpaziOxygene sarà attivo e perciò birre, vino, stuzzichini, the, caffè a volontà!

NON è IMPOSTO NESSUN CONTRIBUTO PER GIOCARE!

 

La biblioteca popolare B.A.Z. e lo Spazioxygene sono due luoghi aperti a tutte e tutti e chi volesse contribuire sia con il vile denaro,  sia partecipando al collettivo, sarà ben accett*.

17M Benefit SOLIDARIETA’ AUTOGESTITA

SolidautRomarzoweb

Nell’ambito della tre giorni 16, 17, 18 marzo organizzati da Solidarieta’ Autogestita – USI AIT   di iniziative, info e sottoscrizione per il terremoto che ha colpito il territorio compreso tra i monti Sibillini ed i monti della Laga nel mese di agosto 2016.

 

SABATO 17 MARZO alla BIBLIOTECA POPOLARE B.A.Z.

APERITIVO BENEFIT dalle 19

/Info Point a cura di SOLIDARIETA’ AUTOGESTITA  solidarieta-autogestita-pag-7usi

//Mostra fotografica

///Dj Set  con  D#HOUSE SM ( DeltaHouseSelezioniMusicali) e COLBAODJSAMBAMODENA

GERMOGLI di B.A.Z.

 

streetartnews_tinho_frankfurt_germany-3

in attesa del catalogo completo dei libri a disposizione,
la Biblioteca popolare B.A.Z. apre i battenti!

Per venire a conoscere lo spazio ed il progetto,
Per una chiacchiera,
Per un té caldo (corretto, se preferite),
Per prendere i libri spulciando direttamente dagli scaffali…

Vi aspettiamo
TUTTI I GIOVEDI’
a partire dal 1 marzo 2018
dalle 16,30 alle 19 (almeno!)

 

 

logo-baz-2015

 

Il progetto di una biblioteca popolare in uno degli spazi sociali della cooperativa Corallo in Via San Tommaso D’Aquino 11°, nasce dalla necessità di rendere concreta pratica sociale un’idea ed un bi/sogno: la condivisione dei saperi.
Anzitutto quindi vorremmo che tutte e tutti mettessero in comune i libri ed i testi che più sono piaciuti, che hanno segnato, che hanno fatto crescere, ma anche quelli che hanno annoiato, disgustato, che si vorrebbe buttare, ma che potrebbero sempre essere apprezzati da qualcuno/a altro/a.
Il Catalogo del BAZ ha una predilezione per testi e materiali sulle lotte e sui movimenti sociali e politici, sulle sotto- e sulle controculture, sulle storie del popolo minuto, accomunate dal fatto di essere dalla parte degli oppressi, degli sfruttati e degli esclusi: un bagaglio di esperienze che serva a connettere il passato e l’altrove con ciò che accade qui ed ora.
Credendo nell’importanza delle esperienze culturali che nascono dal basso, tra mille difficoltà e ristrettezze, lo sguardo del progetto BAZ in campo editoriale non può che rivolgersi alle piccole e piccolissime case editrici che lottano per esistere e resistere in un mondo dominato da giganti, che troppo spesso sacrificano in nome del marketing la qualità e l’innovazione.  Eppure sopravvivono, inspiegabilmente, imperterrite come sono, animate da editori ricchi di passione. E pubblicano titoli di tutto rispetto, autori esordienti che diversamente non riuscirebbero mai a dare alla luce le loro storie.
Avendo uno spazio da poter utilizzare, ci piacerebbe fosse a loro disposizione.
La Biblioteca popolare BAZ non è un servizio per potenziali “utenti”, ma una situazione, un progetto, uno spazio di sperimentazione del protagonismo sociale del quale veniamo sistematicamente privati:
DI TUTT* quell* che lo vivranno e vorranno farlo vivere;
DA TUTT* arricchito in base alle proprie idee, capacità, volontà;
PER TUTT* senza discriminazioni di pelle, cultura e genere;
FRA TUTT* perché principalmente momento di socializzazione di saperi e tra le persone.
Il catalogo del BAZ sarà disponibile online, con l’auspicio e l’obiettivo che sia presto     condiviso in rete con altre biblioteche indipendenti.
Negli orari di apertura del BAZ sarà possibile prendere in prestito i libri disponibili, ma anche fermarsi e consultarli nell’aula studio, che è un’area wireless, dove poter navigare in rete e lavorare direttamente sul proprio computer o su quelli a disposizione, dove poter prendere una bevanda calda e piccole prelibatezze per allietare la lettura, dove fare due chiacchiere o semplicemente passare del tempo in compagnia e rilassarsi un po’.

B.A.Z. è un progetto totalmente autofinanziato, basato sul contributo volontario di tutt@ quelli e quelle che vorranno farlo vivere e promuoverà specifiche iniziative sociali e di autofinanziamento:
– presentazione di libri, info & bookshop con l’idea di essere uno spazio a disposizione delle piccole case editrici
– proiezioni e cineforum
– reading e performance teatrali
– mostre ed esposizioni
– tutto quello che verrà in mente!
Il tutto senza barriere economiche all’accesso, ma con la volontà anzitutto  di creare momenti e situazioni dove restituire unità agli attori di questo mondo, in genere divisi: editori, autori e lettori.

QUESTO E’ SOLO L’INIZIO, PER IL RESTO L’APPUNTAMENTO E’ negli SPAZI SOCIALI LIBERI E LIBERATI DI S.TOMMASO
PER INFO: bibliobaz@gmail.com 

 

UN REGOLAMENTO SNELLO ED IN CONTINUA REVISIONE

Il B.A.Z. si basa sulla donazione volontaria di libri da parte delle persone che vorranno contribuire alla sua crescita.
Il donatore può in qualsiasi momento tornare in possesso dei libri e dei testi donati.
Hanno diritto al prestito dei libri dalla biblioteca tutte e tutti, previo rilascio dei dati personali (basta un recapito, non facciamo certo le guardie!;).
Il prestito dei libri è gratuito (eventuali sottoscrizioni volontarie sono gradite).
Il B.A.Z. o il donatore si riservano il diritto di negare il prestito di libri, qualora sia ritenuto necessario per il valore o lo stato di usura dell’opera. Tali libri saranno disponibili solo per la consultazione in sede.
E’ consentito prendere in prestito un numero massimo di 3 libri contemporaneamente.
Il prestito dei libri è di 3 settimane, qualora il libro non sia stato prenotato tale periodo può essere rinnovato.
E’ possibile prenotare il prestito di libri momentaneamente non disponibili previa registrazione.

 

27F Spegel/4 MANGIARE BERE UOMO DONNA

Lunedì 27 febbraio

nuovo appuntamento con gli incontri di cinema con SPEGEL Cineforum autogestito

mangiarebereuomodonna

MANGIARE BERE UOMO DONNA 

di Ang Lee  (TAIPEI/USA 1994, 95′)

TRAMA Maestro Chu, riconosciuto come il massimo cuoco di Taipei, è in pensione, ma non rinuncia alla sua arte. Solo che le figlie, per le quali cucina i suoi raffinatissimi manicaretti, hanno ormai vite indipendenti e non si riconoscono più nell’unità della famiglia tradizionale. Cambiano tante cose, sorgono tanti problemi che le allontanano dal focolare domestico. E allora Maestro Chu prende una decisione. Dopo lo strepitoso successo di “Banchetto di nozze”, Ang Lee ripropone il tema della frattura fra generazini in una metafora delle pulsioni fondamentali dell’esistenza. Cucinare è preparare la vita, consumare (oppure no, e non solo il cibo) è vivere

 

TRAILER https://youtu.be/l7pKpO8NErU 

 

Dalle 20 Inizio proiezione a seguire chiacchierata sul film

13F Spegel/3 BIRDMAN

Lunedì 13 febbraio

nuovo appuntamento con gli incontri di cinema con SPEGEL Cineforum autogestito

tema della serata: “L’uomo e la maschera” 

image1

BIRDMAN 

o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza)

di Alejandro González Iñárritu  (USA 2014, 119′)

TRAMA Dopo un folgorante passato nei panni di un glorioso supereroe, l’attore Riggan Thomson (Michael Keaton) spera che dirigere un nuovo, ambizioso spettacolo a Broadway riuscirà a rilanciare la sua carriera moribonda e a dimostrare a tutti – e a se stesso – che non è solo una ex star di Hollywood. Nei giorni che precedono la sera della prima, Riggan deve fare i conti con un ego irriducibile e gli sforzi per salvare la sua famiglia, la carriera e se stesso.

TRAILER https://youtu.be/rFDxrHvbEB8

 

Dalle 20 Inizio proiezione a seguire chiacchierata sul film

16G La mafia uccide solo d’estate

Lunedì 16 gennaio

primo appuntamento con SPEGEL Cineforum autogestito

LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE

(ITA 2013, 90′)

la-mafia-uccide-solo-destate

Regia: Pif (Pierfrancesco Diliberto). Con Alex Bisconti, Barbara Tabita, Claudio Gioé, Cristiana Capotondi, Ginevra Antona, Ninni Bruschetta. Anno: 2013

 

TRAMA Crescere e amare nella Palermo della mafia. Un racconto lungo venti anni attraverso gli occhi di un bambino, Arturo, che diventa grande in una città affascinante e terribile, ma dove c’è ancora spazio per la passione e il sorriso. La mafia uccide solo d’estate è, infatti, una storia d’amore che racconta i tentativi di Arturo di conquistare il cuore della sua amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari e che vede come una principessa. Sullo sfondo di questa tenera e divertente storia, scorrono e si susseguono gli episodi di cronaca accaduti in Sicilia tra gli anni ‘70 e ‘90.

 

TRAILER https://m.youtube.com/watch?v=i7SfARhL9ws

 

Dalle 19 AperiCinema + presentazione del progetto SPEGEL

“[…] Il nome del cineforum vuol essere un omaggio, ed uno spunto allo stesso tempo, all’opera quasi omonima di Ingmar Bergman.

 “Såsom i en spegel” realizzato nel 1961, è un film capolavoro sulla confusione e contemporaneamente su una possibile risoluzione della stessa. Con lo stesso spirito, gli organizzatori vogliono proporre una visione delle pellicole animata da quest’intento. Il paragone tra lo specchio e il telone bianco delle proiezioni è lampante. Chi organizza si propone di apprendere sempre qualcosa di più dagli spettatori di quanto non conosca prima della proiezione.

Il mezzo per raggiungere questo obiettivo è il film stesso.”

SPAZI APERTI AL SAN TOMMASO #2

DOMENICA 20 NOVEMBRE dalle 16

SPAZI APERTI AL SAN TOMMASO #2

unnamed

Con #SPAZI APERTI AL SAN TOMMASO lo Spazioxygene,
che è nato con l’obiettivo di abbattere qualsiasi barriera, anzitutto economica, alla partecipazione  di tutte e tutti, intende promuovere una serie di iniziative e giornate di libera condivisione e socialità costruite su due semplici basi:
il dono del proprio tempo e la condivisione di esperienze, competenze, saperi e passioni senza alcun ritorno economico, da una parte,
la gratuità per coloro che vogliono partecipare, dall’altra

Domenica 20 Novembre l’intera giornata sarà dedicata al benessere fisico e mentale attraverso lezioni aperte e collettive dei corsi di Pilates, Taijiquan e Yoga

Il programma completo:

@SpaziOxygene 

Dalle 16:00

••• Dimostrazione di Taijiquan Stile Chen a cura di Alessandra Burali con sessioni a coppia e coinvolgimento del pubblico

Alle 17:00

••• Lezione aperta di Pilates a cura di Eleonora Mori con sessioni individuali e dimostrazioni collettive del lavoro svolto all’interno del corso

Alle 18:00

••• Presentazione del nuovo corso di Hata Yoga a cura di Alessandra Flesca e a seguire lezione aperta

 
@ BAZ biblioteca popolare 

Dalle 17:00

••• Baratto conviviale, porta un libro e prendine uno nuovo da portare a casa! Nessuno schema, contro ogni forma di lucro e profitto

••• Infoshop delle attività ed i corsi negli spazi #autogestiti del San Tommaso

••• Degustazione dei prodotti biologici della Cooperativa Agricola Coraggio

VI ASPETTIAMO dalle 16:00 negli Spazi Sotterranei liberi@liberati di Via San Tommaso D’Aquino 11a (Metro Cipro) – P.le degli Eroi

///il programma potrebbe subire piacevolissime variazioni&aggiornamenti STAY TUNED!!!

“Quando si sogna da soli è un sogno, quando si sogna in due comincia la realtà”

18.25.26N CINEMA BASCO

SpaziOxygeneBAZ biblioteca popolare e Euskara Italia (Associazione Culturale Euskara) sono orgogliosi di invitarvi ad un ciclo di proiezioni di cinema basco  per le giornate del 18, 25 e 26 Novembre

0001

dalle 18.30>Aperitivo  a sostegno degli spazi

a seguire >>Proiezione e chiacchierata  sul film


PROGRAMMA COMPLETO

 

VENERDI’ 18 NOVEMBRE

“LASA eta ZABALA”

(2014) di Pablo Malo


lasa-eta-zabala_cartel

SINOSSI
Ottobre 1983. I rifugiati baschi Joxean Lasa e Joxi Zabala scompaiono a Baiona senza lasciare tracce, prologo di un’ondata di attentati rivendicati dal GAL. IÑIGO, il giovane avvocato della famiglia, deve affrontare la crescente convinzione generale che i due giovani non riappariranno mai più.
1995. Sono passati dodici anni quando Jesús García, un poliziotto di Alicante, in seguito alle rivelazioni sul GAL, riapre il caso dei corpi di due giovani rimasti dieci anni senza identificazione, dopo essere stati uccisi e interrati in calce viva. I suoi sospetti trovano conferma: si tratta di Joxean e Joxi. I corpi vengono rimpatriati e sepolti a Tolosa, in un ambiente di forte tensione con la polizia locale spiegata per l’occasione. Riaperta l’istruttoria, Iñigo e il suo aiutante, il giovane avvocato Fede, con la collaborazione del Giudice Istruttore e del Pubblico Ministero, indagheranno sul colonnello della Guardia Civil Rodríguez Galindo e sull’ex Prefetto Elgorriaga, trovando indizi della loro responsabilità nel sequestro e omicidio di Joxean e Joxi. Tuttavia, durante il lungo e tortuoso cammino per dimostrarlo, dovranno fare i conti con il gioco sporco di un ambiente afferrato al potere, superare conflitti personali e addirittura mettere in pericolo la loro vita.

TRAILER
https://www.youtube.com/watch?v=OOYeCVsuQIA

_____________________________________________________

 

VENERDI’ 25 NOVEMBRE

“LOREAK”

(2014) di José María Goenaga (AKA José Mari Goenaga), Jon Garaño

 

loreak_cartel

SINOSSI
Un giorno Ane, una donna non più giovanissima in un periodo delicato della sua vita, inizia a ricevere un mazzo di fiori all’indirizzo di casa: ogni giovedì alla stessa ora, e sempre in forma rigorosamente anonima. Ogni settimana un mazzo di fiori diversi. Al cantiere in cui Ane lavora c’è Beñat, un uomo che osserva il mondo dall’alto della cabina di una gru. E poi ci sono altre due donne, Lourdes e Tere, le cui vite sono in qualche modo condizionate da misteriosi fiori, che una sconosciuta lascia in memoria di qualcuno a loro caro. I fiori porteranno le donne a confrontarsi con sentimenti che da tempo credevano sopiti. Ma in fondo, non sono altro che fiori.

TRAILER
https://www.youtube.com/watch?v=HwIv_3GTYbo


_____________________________________________________

 

SABATO 26 NOVEMBRE

LABUR BIRA

Selezione di cortometraggi dal festival

laburbira-2016-kartela

  • Bere bizitzetako bat (2014) di Aitor Gametxo

Titolo italiano: “Una delle sue vite”
Anno: 2014
Durata: 8 min.
Regia: Aitor Gametxo
Genere: Cortometraggio sperimentale
Trailer ufficiale: https://vimeo.com/100655771https://vimeo.com/100655771

Sinossi
Un regista dilettante ha inviato al suo miglior amico tutto il materiale registrato e scritto durante un viaggio a Parigi: “Non ho potuto vivere gli istanti, avendoli filmati, e quindi non sono miei” dice la prima nota spedita in una scatole delle scarpe.

Aitor Gametxo
Lekeitio, 1989. Dopo aver studiato Comunicazione Audiovisiva tra Bilbao e Barcellona, ha realizzato un master in Produzione e Realizzazione del Documentario d’Autore a Barcellona. Da allora lavora come tecnico audiovisivo presso Tabakalera di Donostia e il CCCB di Barcellona. Oltre al suo lavoro, ha partecipato a progetti collettivi e individuali.

 

  • Brunilda (2015) di Eriz Alberdi 

Anno: 2015
Durata: 12´50 min.
Regia: Eriz Alberdi

Sinossi
Jokin non sa come affrontare le sue paure. Una visita inaspettata cambierà per sempre la sua vita.

Eriz Alberdi
Bilbao, 1979. Dal 2002, finiti gli studi di Arti dello Spettacolo, lavora come attore. Tra i suoi lavori teatrali, possiamo trovare “Nasdrovia Chejov”, “Ezetz egan egin” e “Moby Dick”. Ha partecipato al film “Ander” e, per tre anni, alla serie televisiva “Goenkale”. “La gran Carrera”, “Lagun mina” e “Don Miguel” sono alcuni dei cortometraggi che ha interpretato.“Brunilda” è il suo primo lavoro come regista e con esso ha vinto il Premio al Miglior Cortometraggio al Festival IKUSKA (Pasaia).

 

  • Erreplika (2015) di Iñigo Gaiton Gonzalez de Txabarri

Titolo italiano: “Replica”
Anno: 2015
Durata: 14´30 min.
Regia: Iñigo Gaiton Gonzalez de Txabarri
Trailer ufficiale: https://vimeo.com/129723148

Sinossi
Mikel Agote da piccolo viveva sopra la bottega dove Patxi Oliden costruiva tavole da surf “Itxastresna”. Quando vedeva la porta socchiusa, si avvicinava e rimaneva a guardare estasiato le tavole appese alle pareti. Attualmente, oltre a dedicarsi al surf, questa è la sua professione.

Iñigo Gaiton Gonzalez de Txabarri
Orio, 1987. Diplomato in Educazione Musicale, durante gli ultimi due anni ha coordinato il progetto pedagogico Orioko Curriculuma. Durante il master realizzato nel 2013 “Eitb/Ehu Multimedia Koumunikazioa” ha avuto i primi contatti con la produzione di audiovisivi. “Replica” è il suo primo cortometraggio, una beve storia di due amici del paese, che godono della sua ammirazione.

  • Fishura (2015) di Yago Mateo;

Anno: 2015
Durata: 6´45 min.
Regia: Yago Mateo
Trailer ufficiale: https://www.youtube.com/watch?v=DwgCcqDuQaI

Sinossi
Irene non può battere le ciglia. Non perché non sia in grado di farlo, ma perché teme di perdere i momenti importanti della vita. Pare che i pesci siano i soli a poter capire la sua situazione. L’amore cieco per questi animali porterà Irene ad oltrepassare i limiti dell’etica.

Yago Mateo
Gasteiz, 1993. Yago Mateo ha sempre amato il mondo del cinema e del teatro. Ha esordito come attore nel musical GO!azen ed attualmente lavora come regista. Ha terminato gli studi in Audiovisivi ed ha già diretto nove cortometraggi che hanno ricevuto diversi premi.

 

  • Hartz txiki (2015) di The Arlotes, Uraitz Soubies

Titolo originale: “L’Orsacchiotto”
Anno: 2015
Durata: 16´30 min.
Regia: “The Arlotes”, Uraitz Soubies

Sinossi
Eneko, il figlio piccolo di 5 anni, tutte le notti va nel lettone dei genitori e non li lascia dormire. Loro gli regalano un orsacchiotto, perché possa dormire con lui. Eneko e l’orsacchiotto diventano subito molto amici.

Uraitz Soubies
“The Arlotes”, Iraitz Soubies
Il regista Uraitz Soubies (Gasteiz, 34 anni), lo sceneggiatore Ruben Sánchez (Gasteiz, 40 anni) e altri amici costituiscono “The Arlotes filmak”, che funziona come un collettivo. 2-3 anni fa “The Arlotes” realizzavano cartoni animati, ma ultimamente stanno lavorando a diversi cortometraggi.

  • Jorrai (2015) di Uda Films

Titolo italiano: “Zappa”
Anno: 2015
Durata: 3 min.
Regia: Uda Films

Sinossi
Svuotare, riempire e svuotare. La cesta e la Fiera, dipende dal periodo.

Uda films
Haizea Azpilikueta, Unai Portilla, Asier Ugarte, Egoitz Diez, Eneko Zuberogoitia, Leire Zarate e Ane Zuazubiskar. Uda Films. Si tratta di un gruppo formato da sette studenti del primo anno della Facoltà di Comunicazione Audiovisiva. Questo film è frutto del lavoro collettivo di questo gruppo composto da giovani fra i diciotto e i ventidue anni.

Kameratoia
Kameratoia è un concorso di audiovisivi per giovani, organizzato per la prima volta nel 2005 da Euskaltzaleen Topagunea e, dal 2013, presente alla Fiera di Durango nello spazio Irudienea. I gruppi partecipanti, dopo aver ricevuto l’argomento, hanno 48 ore per realizzare un cortometraggio.
L’obiettivo del concorso è sostenere la produzione creativa dei giovani baschi e far conoscere i loro lavori.
Nell’ultima edizione, a dicembre del 2015, il primo premio è stato vinto dal film Jorrai.

 

  • Semeak (2015) di Iker Azkoitia

Titolo italiano: “Figli”
Anno: 2015
Durata: 7´25 min.
Regia: Iker Azkoitia

Sinossi
Una giovane coppia parla del nome da dare ai figli che avranno. Uno dei due è molto preoccupato di non poterli educare nella sua lingua madre. Tutto diventa più difficile quando, dopo un incidente domestico, inizia ad avere disturbi del linguaggio.
Lo scorso settembre ha vinto il primo premio della Sezione Professionisti del concorso “Euskaraz bizi nahi dut” (Voglio vivere in basco) organizzato da Kontseilua e dal Festival di Donostia-San Sebastián.

Iker Azkoitia
Aretxabaleta, 1987. Laureato in Pubblicità (EHU), studente alla New York Film Academy e diplomato in Arti Drammatiche presso la Arte4, questo giovane attore, musicista e regista, nei sui lavori gioca on queste diverse discipline. “Libre” (Libero), il suo primo cortometraggio, ha ricevuto due premi (finalista al IV Huehizenameran – 2012). Ha partecipato alla sceneggiatura e alla regia di Copygram, vincitore del Premio al Miglior Cortometraggio al Festival del Cinema Fantastico e del Terrore di Donostia (2014).

 

  • Zea bingo (2015) di Ane Urkiola

Titolo originale: Zea bingo
Anno: 2015
Durata: 5 min.
Regia: Ane Urkiola
Trailer ufficiale: https://vimeo.com/150431007

Sinossi
La passione di una donna che lavora in un hotel di lusso è il Bingo. Ma il suo obiettivo non è arricchirsi.
Una notte di maltempo, la fortuna sembra essere dalla sua parte. Quando le manca un numero per fare Bingo, una coppia italiana entra nell’hotel, rovinando il gioco della donna alla reception… ma se ne pentiranno!

Ane Urkiola
Eibar, 1988. Laureata in Comunicazione Audiovisiva ha realizzato un master in Regia Cinematografica e Televisiva.


_____________________________________________________

more info: spazioxygene@gmail.com;  www.euskara.it